Lorem Ipsum dolor sit amet

fisioclinik_restyling_logo_2022_orizzontale_positivo.jpeg

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

 Privacy PolicyCookie Policy|

Designed by Tommaso Stassi

INFO@FISIOCLINIK.com

FISIOCLINIK - clinica di fisioterapia


phone
whatsapp
facebook
instagram

FISIOCLINIK @ ALL RIGHT RESERVED 2022

distorsione di caviglia

MAL DI TESTA: CURARLO SENZA FARMACI

19-12-2022 16:39

Dott. Tommaso Stassi

TESTA, CEFALEA, mal di testa, terapia manuale,

MAL DI TESTA: CURARLO SENZA FARMACI

La cefalea è un disturbo molto diffuso e sottovalutato con sintomi molto fastidiosi. E' presente nel 14,4% della popolazione mondiale.

copertina-articoli.png

La cefalea, chimato comunemente mal di testa, è un disturbo molto diffuso e sottovalutato con sintomi molto fastidiosi. E' presente nel 14,4% della popolazione mondiale, con una prevalenza 3 volte maggiore nelle donne (18,9%) rispetto agli uomini (6,8%). In Italia prevale in circa il 25% dei soggetti di cui il 32,9% di sesso femminile e il 13% di sesso maschile.

 

È molto difficile riuscire a definire l’origine e la causa della cefalea, in quanto ne esistono diverse tipologie e bisogna monitorarle per riuscire ad annotare i vari episodi e distinguerle in maniera corretta.

 

TIPI DI MAL DI TESTA

foto-articoli-(2120-×-1057-px).jpeg

L’ Internation Classification Headache Disorders che divide le cefalee in:

 

CEFALEE PRIMARIE O IDIOPATICHE: dovute a cause neurologiche ancora “sconosciute” (ad esempio cefalea tensiva, a grappolo, emicrania)

 

CEFALEE SECONDARIE: dovute a cause secondarie a disfunzioni di altri distretti del corpo (ad esempio cefalea cervicogenica, cefalea da disfunzione dell’articolazione temporo-mandibolare, disturbi metabolici) o secondarie a patologie neurologiche severe tipo tumori ed aneurismi (il trattamento è di competenza prettamente medica).

 

CAUSE DEL MAL DI TESTA

 

Secondo i recenti studi si è evidenziato che i mal di testa presentano una sensibilizzazione del nucleo trigemino-cervicale, che rappresenta il punto di convergenza delle informazioni dolorose del nervo trigemino e del tratto cervicale superiore; di conseguenza la sua attivazione genera il mal di testa.

Non è una condizione patologica, in quanto non ci sono lesioni, virus o batteri che hanno attaccato le cellule, ma una tendenza ad avere un sistema nervoso più facilmente irritabile.

Il motivo per cui avviene tutto questo non è ancora conosciuto, ma secondo alcuni studiosi si crea una disfunzione neurosensoriale, cioè i neuroni cambiano la loro sensibilità di rispondere agli stimoli, quindi stimoli normali, in questi casi, portano a ipersensibilizzare questi soggetti, attivando la cefalea.

Gli stimoli che attivano il mal di testa sono di 3 tipologie:

 

- Psicogeni: patologie della psiche.

- Dis-stress psicoemotivi: tutto ciò non sia ancora patologico ma può diventare ansia, depressione, rabbia, paura, panico etc

- Disfunzioni neuro-muscolari: problemi muscolari e/o articolari che contribuiscono, causano, aggravano il mal di testa

FARMACI E MAL DI TESTA

copertina-articoli-2.png

I farmaci permettono di alleviare i sintomi della cefalea, ma sicuramente non rappresentano la cura; altri farmaci, come gli antidepressivi servono per rallentare il consumo della serotonina, ormone del buon umore, riscontrato in alcuni soggetti con cefalea ricorrente.

Tutto questo migliora la condizione temporaneamente e non solo non risolve il problema, ma spesso peggiora in quanto provoca un ulteriore sensibilizzazione del sistema nervoso; la conseguenza peggiore a cui si può arrivare è la CEFALEA DA ABUSO DI FARMACI, ovvero il sistema nervoso diventa così vulnerabile che si ha continuamente bisogno del farmaco per non avvertire più mal di testa.

IN COSA CONSISTE IL TRATTAMENTO FISIOTERAPICO PER IL MAL DI TESTA?

Innanzitutto bisogna chiarire che le tipologie di mal di testa che possono essere trattate dal fisioterapista sono:

- la cefalea muscolo tensiva

- l' emicrania

- la cefalea da ATM

- la cefalea cervicogenica

- la nevralgia occipitale

 

In queste diverse condizioni i sintomi possono comparire come punti dolorosi che dal collo si irradiano fino alla testa, o viceversa da uno o più punti del capo si irradiano verso il tratto cervicale.

 

In primo luogo bisogna effettuare una valutazione attenta e dettagliata articolata in varie fasi. In Fisioclinik il percorso di valutazione prevede una attenta analisi del movimento con strumentazione digitale all'avanguardia.

Se sei interessato ad approfondire l' argomento valutazione del movimento leggi l' articolo riguardante il MOTIONLAB

 

Una volta effettuata la prima fase viene pianificato il percorso riabilitativo migliore in base al tipo di mal di testa del paziente e ai risultati ottenuti dalla fase di valutazione.

Il trattamento fisioterapico è articolato in varie fasi ed è molto specifico e variabile da persona a persona.

Solitamente viene impostato un percorso di fisioterapia integrata cioè che utilizza diversi approcci insieme. Questo permette di avere molti più risultati che la singola terapia. Le tecniche che si utilizzano solitamente sono:

 

 

 

- Tecniche di terapia manuale:  il fisioterapista dopo una attenta valutazione ed un ragionamento clinico basato sugli studi scentifici più recenti tratta i disordini muscolo scheletrici legati al mal di testa con mobilizzazioni manuali, posture ed esercizi terapeutici. Sono molto utili alcune tecniche di mobilizzazione articolare del rachide cervicale in direzione postero-anteriore , e altre tecniche per l’articolazione temporo mandibolare.  

 

- Osteopatia: una pratica che pensa al corpo in modo globale. È utilissimo integrare le tecniche osteopatiche al trattamento del mal di testa. 

 

- Tecniche per i trigger points: le tecniche di trattamento dei trigger points sono moltissime e variano dalla tecnica della compressione ischemica, alle tecniche di inibizione riflessa e all’utilizzo degli IASTM. Gli IASTM stanno avendo parecchio successo nel panorama fisioterapico internazionale, questa parola è un acronimo di Instrument Assisted Soft Tissue Mobilization, si tratta di strumenti di metallo con il quale il fisioterapista tratta i tessuti molli come muscoli e tendini.

 

- Mezzi fisici ad alta tecnologia: i più utilizzati sono la tecarterapia e il laser ad altissima potenza, molto efficaci nel trattamento dei punti dolorosi e delle tensioni muscolari. Molti fisioterapisti utilizzano l’integrazione fra i mezzi fisici e le tecniche manuali creando un’ottima sinergia virtuosa. 

 

- Esercizi terapeutici: gli esercizi sono una componente essenziale nel percorso terapeutico per il mal di testa. Vengono consigliati per il miglioramento della stabilità del tratto cervicale, per migliorare il movimento dell’articolazione temporo-mandibolare ma anche per risolvere alcune tensioni miofasciali. Il fisioterapista pianifica un percorso di esercizi riabilitativi con dosaggi specifici per il paziente.

Si aggiungono autoesercizi e autoposture che il paziente deve eseguire a casa. Gli esercizi terapeutici effettuati a casa sono determinanti nell’accelerare i tempi di recupero.

Nel percorso Fisioclinik viene assegnamo un pragramma di esercizio terapeutico a casa personalizzato tramite una apposita e comoda applicazione che il paziente può avere sempre con se.

 

SE VUOI VEDERE ALCUNI ESERCIZI TERAPEUTICI UTILI PER              L' AUTOTRATTAMENTO CLICCA QUI

 

- Trattamento integrato con altre discipline: la cura dell’aspetto nutrizionale, il mindfulness con la meditazione, la pratica di uno sport aereobico ed eventualmente un percorso psicologico, sono tutti fattori che aiutano il percorso di  cura del mal di testa. Nessuno di questi elementi è indispensabile, ma sicuramente tutti sono utili.

 

 

copertina-articoli-3.png
Come creare un sito web con Flazio